Musica in Quota 2022: fino all’11 settembre le note risuonano tra le vette dell’alto Piemonte. Al via il 19 giugno con un suggestivo concerto corale al tramonto

Dopo aver festeggiato i primi 15 anni di vita con un’edizione apprezzatissima, Musica in Quota torna puntuale dal 19 giugno all’11 settembre con dodici concerti gratuiti ambientati in scenari di grande fascino, tra le Alpi Piemontesi e i laghi Maggiore, di Mergozzo e d’Orta, ad altitudini comprese tra gli 800 e i 2.500 metri: un viaggio nell’Alto Piemonte in grado di unire alla bellezza dei paesaggi la grande musica live, dall’alba al tramonto.

Anche nel 2022 sedi storiche del Festival si alterneranno a nuovi alpeggi e pianori di montagna, che per la prima volta ospiteranno un concerto di Musica in Quota. La rassegna prenderà avvio dunque il 19 giugno da Pian d’Arla – nel Parco Nazionale della Val Grande – per l’unico concerto al tramonto realizzato in collaborazione con l’Associazione Cori Piemontesi ed eseguito dal Coro Mottarossa.

Domenica 3 luglio si prosegue in Val Grande, nei pressi del Rifugio CAI Piancavallone, con il concerto di musiche tradizionali dell’area appenninica eseguite dal Trio Lampetròn. Il 10 luglio l’Alpe l’Alpino, in Valle Vigezzo, sarà la cornice naturale del racconto tra musiche e parole del Duo PassAmontagne. Il 17 luglio si torna nel territorio della Val Grande, nello specifico all’Alpe Lut, per lo scenografico concerto dell’Orchestra di fisarmoniche bellinzonesi.

Il Quintetto a plettro “Giuseppe Anedda”, una delle migliori formazioni a pizzico del panorama internazionale, sarà invece protagonista del concerto in programma il 24 luglio all’Alpe Pero, nel Cusio. La programmazione di luglio si conclude domenica 31 luglio con l’appuntamento ospitato nella magnifica cornice naturale dell’Alpe Andolla, nei pressi dell’omonimo Rifugio CAI, con l’esibizione del Trio d’ànce.

Domenica 7 agosto i Pentagrami saliranno sul palco dell’Alpe Coipo per un concerto di grande coinvolgimento, mentre per l’atteso appuntamento della vigilia di Ferragosto il Festival si trasferirà nell’area protetta del Parco Naturale dell’Alpe Devero per il live dei Keily’s Folk, all’Alpe Crampiolo. Mercoledì 17 agosto la sede più ad alta quota: i pascoli di fronte al Rifugio CAI Città di Busto, a 2.480 metri di altitudine, saranno palcoscenico per l’esibizione del Trio Libertango. Giovedì 25 agosto Musica in Quota si sposta nell’alto Verbano, al panoramico Monte Carza, per offrire al pubblico lo swing di Anita Camarella & Davide Facchini.

Anche in questa edizione, dopo il grande apprezzamento del 2021, Musica in Quota conferma la collaborazione con Stresa Festival e il suo direttore artistico Mario Brunello: lunedì 29 agosto alle ore 6.30 la panoramica Alpe Ordine sul Lago Maggiore ospiterà il saluto musicale all’alba di una selezione di musicisti dell’Orchestra Nazionale Jazz dei Conservatori Italiani. Il percorso si chiuderà sempre sul Lago Maggiore, domenica 11 settembre, sulla cima del Monte Camoscio, con il concerto dell’Alma Saxophone Quartet.

Musica in Quota si conferma come una delle più amate e frequentate rassegne estive dell’arco alpino e la sua componente escursionistica contribuisce da sempre ad accrescere il fascino del Festival: l’impegno profuso nell’avvicinamento ai meravigliosi teatri naturali dei vari concerti permette infatti di apprezzare ancor più il momento in cui il sipario di Musica in Quota si alza su paesaggi sempre nuovi e proposte musicali innovative e coinvolgenti.  

Tutti gli itinerari dovranno essere affrontati in autonomia: le guide saranno presenti alla partenza per assistere e informare gli escursionisti ed alla meta per illustrare le peculiarità uniche delle sedi del Festival.

L’Associazione Musica in Quota cura da sempre l’organizzazione del Festival, nato sedici anni fa per offrire performance musicali di qualità ambientate in località alpine di autentica bellezza. A sostenere Musica in Quota sono numerosi partner e sponsor, ma anche gli stessi spettatori-escursionisti, che, associandosi con un contributo di soli 10 euro, possono supportare ogni anno l’Associazione.